La società degli algoritmi.

Dominique Cardon, nel suo nuovo libro “Che cosa sognano gli algoritmi”, ci dona un’interessante chiave di lettura dei propositi e delle potenziali conseguenze delle classificazioni dell’informazione digitale. In particolare, individua quattro valori (popolarità, autorevolezza, reputazione e predizione) e quattro conseguenti modi di produrre visibilità servendosi dei calcoli. Continua a leggere.

Innovazione digitale: partiamo dai giovani.

  – Il nostro ritardo digitale coinvolge anche i giovani. Li chiamiamo “nativi digitali”. Sono i giovani cresciuti contemporaneamente alla diffusione delle nuove tecnologie di comunicazione e in Italia sono sicuramente più “digitali” rispetto ai loro genitori e ai loro nonni. Ma se confrontiamo i giovani italiani con i loro coetanei europei… Continua a leggere

Umani nell’epoca digitale.

  Philip Larrey, docente di Filosofia della Conoscenza all’Università Lateranense di Roma e autore del libro “Futuro Ignoto. Conversazioni sulla nuova era digitale.”, mi pone alcune interessanti questioni sul futuro sviluppo dei valori umani nell’epoca digitale. Temi che vorrei approfondire con voi in un dialogo e in una riflessione comune. Continua a leggere

Convegno 13 giugno 2016 “Digitale: cambio di cultura” Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio

  “Siamo in un momento straordinario, di profonde innovazioni sociali. Ma le persone e le organizzazioni fanno fatica ad adeguarsi, spesso per paura del cambiamento. La rete fa saltare le catene gerarchiche nelle imprese, si passa dal controllo all’empowerment della persona, dalla privacy alla trasparenza assoluta, tutto all’insegna della sperimentazione”. Continua a leggere…    

“Servono competenze per orientarsi tra i numeri, i giornalisti non bastano più”

Emanuele Baldacci, CIO in Eurostat, sarà tra i relatori del convegno «Digitale: cambio di cultura» che si terrà il 13 giugno presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio. Il convegno è ideato e promosso dall’Associazione InnovaFiducia e dal Dipartimento Politiche Europee. Continua a leggere

La cultura del dato

È come guardare il cielo stellato in una limpida notte di agosto. All’inizio siamo colpiti da una moltitudine di caotici puntini luminosi, poi però guardando meglio, con più attenzione, cominciamo a scorgere delle forme, delle relazioni tra punti luminosi, delle aggregazioni di stelle che danno vita a figure, a costellazioni. E allora possiamo dar loro … More La cultura del dato